La filosofia

A PICCOLI PASSI ...

All'interno del Club Alpino Italiano con “FAMILY CAI” si inizia a far riferimento a quel genere di attività pensate ed organizzate specificatamente per coinvolgere le famiglie di Soci con bambini che si vogliono avvicinare alla montagna. A “piccoli passi”, ovviamente.

L'idea nata più specificatamente nella Sezione di Lecco è quella di porre al centro dell’attenzione – in un’ottica nuova per il C.A.I. – il nucleo famigliare ed il rapporto "genitori - figli".
Senza filtri
In tal senso, il "lavoro" fatto dagli organizzatori mira principalmente ad adiuvare lo sviluppo delle capacità genitoriali di gestire l’esperienza nei suoi vari aspetti e di assistere i propri figli anche nelle prime “avventure” in spazi aperti ed in ambiente montano, fornendo ai piccoli i mezzi per apprezzare l'attività ed imparare a conoscersi e rapportarsi con gli altri sia come singoli che come membri di un gruppo.
Si è scelto quindi di escludere la sussitenza di un rapporto di affidamento dei genitori o dei figli agli organizzatori; questi ultimi non si sostituiranno alle figure genitoriali - che restano quindi predominanti nel rapporto con i propri bambini - ma si limiteranno a predisporre e proporre le basi conoscitive e logistico-organizzative affinchè tutti, genitori e figli, possano godere appieno dell'esperienza.
In tal modo, si confida che i genitori potranno accrescere la propria voglia e capacità di trasmettere ai piccoli le nozioni base e le conoscenze utili ad affrontare le singole iniziative che verranno proposte. Ed i piccoli potranno fare affidamento sui propri genitori per ottenere le spiegazioni e l'aiuto necessario a lasciarsi coinvolgere piacevolmente nelle singole attività.

I genitori partecipanti saranno quindi i primi ad essere coinvolti in un progetto che, superando la singola attività, li vedrà confrontarsi con la necessità di acquisire ed elaborare le informazioni relative all'attività che dovranno poi essere in grado di trasferire ai figli, di predisporre quanto necessario affinchè il proprio nucleo famigliare possa disporre di tutto l'occorrente per svolgere l'attività, di assistere i propri figli durante lo svolgimento di tali attività e di relazionare gli organizzatori e gli altri partecipanti in merito all'andamento del progetto.

Certamente un'esperienza molto intensa; da viversi con il pieno coinvolgimento personale e del proprio nucleo famigliare.