PresidenteAlberto Pirovano

Alberto Pirovano

 

Pirovano Alberto nato a Lecco lì 8 aprile 1971, attualmente vivo a Mandello del Lario con Paola ed i figli Gabriele, 11 anni, e Matilde, 6 anni.

Sono cresciuto nel quartiere di Laorca dove, sin da giovanissimo, ho partecipato attivamente alle realtà aggregative del rione. L’oratorio è stata la mia seconda casa e le attività lì organizzate, il modo per trascorrere il mio tempo libero. Per diversi anni ho seguito l’organizzazione della Festa della Madonna del Carmine (terza de löi), i campeggi estivi ed animato il comitato S.O.S. Lecco-Ballabio, nato per tenere viva l’attenzione delle istituzioni sui problemi del collegamento tra il capoluogo e la Valsassina.

La passione per la montagna, trasmessa da mio padre, capanat ai Piani di Artavaggio, e dallo zio, compagno di scorribande di Casimiro Ferrari e Pino Negri, mi fanno entrare in contatto con la realtà del Club Alpino Italiano di cui divento socio nel 1989. Dal 1990 al 1999 sono consigliere del CAI sottosezione di Ballabio e dal 2001 consigliere della sezione cittadina con incarico di vicepresidente dal 2004 al 2006.

Nel 1996 sono chiamato a far parte del Gruppo Ragni della Grignetta di cui divento consigliere dal 1998 al 2010, rivestendo il prestigioso ruolo di presidente dal 2001 al 2010. Sono gli anni in cui Lecco diventa capitale e riferimento mondiale per l’arrampicata sportiva. Le tappe di Coppa del Mondo (2000/2003) ed il Campionato Europeo Assoluto (2004), oltre a richiamare in città migliaia di appassionati, trasformano le gare in eventi capaci di coinvolgere l’intera città. Dal 1999 al 2006 organizzo il Meeting della Montagna – Premio Grignetta d’Oro, iniziato nel 1997 da Pinuccio Castelnuovo: gli alpinisti italiani trovano a Lecco il loro naturale momento di incontro e confronto.

Terminato l’incarico nel Gruppo Ragni sono eletto dalle sezioni lombarde del CAI nella Commissione Lombarda Rifugi ed Opere Alpine. Commissione di cui sono segretario dal 2010 al 2013 e successivamente Vicepresidente. La Commissione si occupa delle problematiche dei rifugi alpini e delle altre strutture ricettive del CAI collaborando con le istituzioni competenti quali la Regione. Solo per i rifugi si parla di un centinaio di strutture con oltre 5000 posti letto; probabilmente la più importante catena ricettiva lombarda.

Funzioni del Presidente della Sezione

Il Presidente di Sezione è eletto tra i membri del Consiglio Direttivo che hanno maturato esperienza almeno triennale negli organi centrali o negli organi delle strutture periferiche o comunque abbiano anzianità di iscrizione alla Sezione non inferiore a due anni sociali completi.
Il Presidente di Sezione ha la rappresentanza legale dell’associazione di fronte a terzi e la firma sociale.
Il Presidente di Sezione:
- convoca e presiede le riunioni del Consiglio Direttivo;
- firma con il Tesoriere i bilanci e i mandati di pagamento;
- sovrintende con la collaborazione del Vice Presidente e con l’ausilio del Segretario all’esecuzione delle delibere e delle decisioni del Consiglio;
- presenta all’Assemblea, previa approvazione del Consiglio Direttivo, la relazione annuale;
- decide la partecipazione di rappresentanti della Sezione e dello Stendardo sociale a cerimonie e manifestazioni;
- può prendere, in caso di urgenza, i provvedimenti che sarebbero di competenza del Consiglio Direttivo, salvo sottoporli alla ratifica di questo organo alla sua prima riunione;
- assume tutte le decisioni inerenti all’ordinaria gestione, nei limiti dei poteri fissati dal Consiglio Direttivo.
In caso di impedimento le sue funzioni sono svolte dal Vice Presidente e, in mancanza anche di questi, dal Consigliere con maggiore anzianità di iscrizione al C.A.I.
Il Presidente di Sezione dirige l'Assemblea dei Soci fino alla nomina del Presidente dell’Assemblea.
Il Presidente di Sezione dura in carica tre anni; può essere rieletto una prima volta, dopo di che deve intercorrere almeno un anno di interruzione prima di poter essere rieletto nuovamente; il suo incarico termina in ogni caso con lo scadere del mandato di Consigliere.

 

Vicepresidente

Tiziano Riva

 

Consiglio Direttivo

15 Consiglieri eletti dall'Assemblea dei Soci del 18/03/2016

 

Gli attuali 15 consiglieri eletti dall'Assemblea dei Soci della Sezione in carica per il prossimo triennio 2016/2019 sono:

Alberto Pirovano

Pirovano Alberto (Presidente) 

Tiziano Riva

 Riva Tiziano (Vice Presidente)

Arianna Cecchini

Cecchini Arianna (Tesoriere) 

Silvano Arrigoni 

Arrigoni Silvano

Adriana Baruffini

Baruffini Adriana 

Colombo Daniele

Colombo Daniele

Marco Giudici

Giudici Marco 

Giuseppe Locatelli

Locatelli Giuseppe

Stefania Molteni

Molteni Stefania 

Carla Pozzi 

Pozzi Carla

Daniele Riva 

Riva Daniele

Claudio Santoro

Santoro Claudio

Andrea Spreafico 

Spreafico Andrea 

Matteo Spreafico 

Spreafico Matteo

Stefania Valsecchi 

Valsecchi Stefania

Funzioni del Consiglio Direttivo della Sezione

Il Consiglio Direttivo è l'organo esecutivo dell’associazione.
Esso si compone di quindici membri, eletti dall'Assemblea tra i Soci aventi almeno due anni di anzianità di iscrizione e che hanno compiuto i diciotto anni d’età.
I componenti del Consiglio durano in carica tre anni e sono rieleggibili.
Il Consiglio Direttivo, nella sua prima riunione, elegge tra i suoi componenti:
− il Presidente di Sezione, che è il Presidente dell’associazione;
− il Vice Presidente;
− il Tesoriere.
Il Consiglio Direttivo nomina inoltre il Segretario, che può essere scelto anche fra i Soci non facenti parte del Consiglio Direttivo; egli, in questo caso, non ha diritto di voto.
Al Consiglio Direttivo spettano tutti i poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell’associazione, salve le limitazioni contenute nel presente Statuto e nello Statuto e Regolamento Generale del C.A.I.
In particolare il Consiglio Direttivo:
- convoca l'Assemblea dei Soci;
- assume le decisioni necessarie per l’attuazione delle deliberazioni dell’Assemblea;
- propone all’Assemblea le quote sociali per l’anno successivo;
- redige e propone all’Assemblea, previa approvazione, il bilancio preventivo e consuntivo ; approva altresì la relazione del Presidente di Sezione;
- stabilisce il programma annuale di attività dell’associazione e prende tutte le decisioni necessarie per realizzarlo, dandone comunicazione ai Soci attraverso avvisi da esporsi nei locali della Sede;
- delibera i provvedimenti disciplinari nei confronti dei Soci;
- delibera sulle domande di associazione di nuovi Soci;
- autorizza il Presidente di Sezione a firmare gli atti riguardanti l’associazione, determinandone i poteri;
- nomina incaricati o commissioni per lo svolgimento di determinate attività sociali;
- delibera la costituzione o lo scioglimento di Sottosezioni e Gruppi e ne coordina l’attività;
- nomina gli incaricati a tenere i rapporti con le Sottosezioni od Gruppi;
- cura l'osservanza dello Statuto e del Regolamento Generale del C.A.I. e del presente Statuto sezionale;
- emana eventuali regolamenti particolari;
- proclama i Soci venticinquennali, cinquantennali ed oltre.
Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente di Sezione, o da chi ne fa le veci, almeno una volta ogni 60 giorni mediante avviso contenente l'ordine del giorno, il luogo, la data, l’ora della convocazione, ed inviato almeno cinque giorni prima della riunione, salvo i casi di urgenza.
Il Consiglio Direttivo deve essere convocato senza indugio quando ne fanno richiesta motivata almeno un terzo dei Consiglieri.
Per la validità delle riunioni del Consiglio è necessaria la presenza della maggioranza dei Consiglieri.
Le deliberazioni sono prese a maggioranza dei presenti; a parità di voti prevale quello del Presidente di Sezione.
Le votazioni sono fatte con voto palese, salvo quando trattasi delle elezioni alla cariche consigliari, nel qual caso si vota con scheda segreta.
Alle riunioni del Consiglio Direttivo partecipano, con diritto di parola ma non di voto, i Presidenti delle Sottosezioni e dei Gruppi sezionali e, su invito, i responsabili locali dell’A.G.A.I. e del C.N.S.A.S.
Il Consiglio può invitare i Delegati all'Assemblea Generale del C.A.I. ed i Soci che fanno parte di Commissioni Centrali del C.A.I.
Il Consiglio può altresì invitare alle proprie riunioni, con il consenso della maggioranza dei suoi membri, anche persone estranee, qualora sia ritenuto utile o necessario.
I soggetti invitati partecipano alla riunione del Consiglio Direttivo con diritto di parola ma senza diritto di voto e possono eventualmente farsi rappresentare da un delegato.
Il Presidente Onorario e gli ex Presidenti della Sezione hanno diritto di intervenire alle riunioni del Consiglio Direttivo, con diritto di parola ma senza diritto di voto.

 

Tesoriere

Arianna Cecchini

Funzioni del Tesoriere della Sezione

Il Tesoriere ha la responsabilità della custodia dei fondi della Sezione; tiene la contabilità, conservandone ordinatamente la documentazione; firma i mandati di pagamento unitamente al Presidente di Sezione.

 

Segretario

Carla Pozzi

Funzioni del Segretario della Sezione

Il Segretario compila i verbali delle riunioni del Consiglio Direttivo, che sono sottoscritti dal Presidente e dal Segretario medesimo. Il Segretario, sotto la direzione del Presidente, cura l’attuazione alle deliberazioni del Consiglio Direttivo.
Il Segretario sovrintende ai servizi amministrativi e contabili dell’associazione.

 

Revisori

Buizza Mario - Lo Bue Barbara - Panzeri Mauro

Funzioni del Collegio dei Revisori dei Conti

Il Collegio dei Revisori dei Conti si compone di tre membri, eletti dall’Assemblea dei Soci.
Esso dura in carica tre anni e nomina fra i suoi componenti un Presidente.
Il Collegio dei Revisori dei Conti è l'organo di controllo della contabilità sociale.
I Revisori dei Conti hanno diritto di assistere alle riunioni del Consiglio Direttivo e possono fare inserire a verbale le proprie osservazioni.
Essi hanno anche il diritto di chiedere al Consiglio Direttivo notizie sullo andamento delle operazioni sociali e possono procedere in qualsiasi momento, anche individualmente, ad atti di ispezione e di controllo.
Il Collegio dei Revisori dei Conti redige la relazione annuale, da sottoporre all’Assemblea, sulla gestione finanziaria e patrimoniale della associazione.
Il Collegio dei Revisori dei Conti è convocato dal Presidente, almeno una volta ogni tre mesi.
Alle riunioni del Collegio si applicano le norme procedurali stabilite per il Consiglio Direttivo.

Referenti con le sottosezioni:

Sottosezione Ballabio - Arrigoni Silvano

Sottosezione Barzio - Spreafico Andrea

Sottosezione Strada Storta - Valsecchi Stefania

Ispettori Rifugi

Rifugio Lecco - Alberto Pirovano

Rifugio Stoppani - Tiziano Riva