AIUTIAMOCI - Vuoi un’opera d’arte ed aiutare il tuo ospedale?

Coronavirus: il CAI Lecco aderisce alla raccolta fondi promossa dalla Fondazione Comunitaria del Lecchese

In vendita “al miglior offerente” 50 opere dell’artista Bruno Biffi inizialmente realizzate per la decima edizione di “Monti Sorgenti”, rimandata al 2021

Il CAI Lecco “Riccardo Cassin” aderisce alla raccolta fondi promossa dalla Fondazione Comunitaria del Lecchese a sostegno dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Lecco per i presidi ospedalieri di Lecco e Merate, chiamati a far fronte all’emergenza Coronavirus.

50 copie dell’opera di pregio “Erna” dell’artista Bruno Biffi realizzate per la decima edizione di Monti Sorgenti, l’iniziativa culturale del CAI Lecco “Riccardo Cassin” che si tiene tradizionalmente nel mese di maggio e rimandata al prossimo anno proprio a causa dell’emergenza sanitaria, saranno in vendita “al miglior offerente” e il ricavato andrà interamente e direttamente a favore della raccolta fondi.

“Crediamo sia doveroso da parte della Sezione fare quanto in nostro potere per sostenere i presidi ospedalieri del territorio, che in questa drammatica situazione stanno mettendo in campo tutto l’impegno e la competenza possibili – commenta il Presidente del CAI Lecco “Riccardo Cassin”, Alberto Pirovano. Questa iniziativa è però possibile solo grazie alla grande generosità del pittore e incisore Bruno Biffi che, in questa contingenza, ci ha dato la possibilità di utilizzare per la raccolta fondi opere di grande interesse artistico realizzate, a titolo gratuito, per Monti Sorgenti”.

“Ora speriamo in altrettanta generosità da parte dei lecchesi, e in particolare degli appassionati di montagna, che potranno aggiudicarsi un’opera di grande interesse artistico dedicata, fra l’altro, ad un luogo noto ed amato come Erna” – continua Alberto Pirovano.

Gli interessati dovranno scrive al CAI Lecco “Riccardo Cassin” all’indirizzo segreteria@cai.lecco.it indicando la cifra offerta, partendo da una base minima di 100 euro.

A chi effettuerà l’offerta più alta verrà assegnata la copia numero 1 e, a scalare, verranno attribuite le altre fino ad esaurimento dei 50 esemplari.

Saranno ritenute valide unicamente le offerte inviate fra il 16 e il 21 marzo 2020.

Gli aggiudicatari riceveranno una conferma da parte della Sezione.

Per il successivo ritiro delle opere sarà necessario presentare copia dell’avvenuto bonifico, da effettuare direttamente a favore della Fondazione Comunitaria del Lecchese.

Le 50 opere

"Erna" - Bruno Biffi

Erna” di Bruno Biffi

Ceramolle-Acquatinta mm 170 x 150 tiratura 50 + V riservate all’artista

Stampata su torchio a mano dall’autore nel laboratorio-stamperia Bruno Biffi di Lecco su carta Graphia

Per inviare la propria offerta

segreteria@cai.lecco.it

Offerta minima euro 100

Saranno ritenute valide unicamente le offerte inviate fra il 16 e il 21 marzo 2020

 

Dati per il bonifico (solo dopo conferma di aggiudicazione dell’opera da parte del CAI Lecco)

Bonifico sul conto corrente intestato a Fondazione Comunitaria del Lecchese

presso Intesa San Paolo - IBAN: IT28 Z030 6909 6061 0000 0003 286

presso Banca della Valsassina - IBAN: IT87 B085 1522 9000 0000 0501 306

Causale: AIUTIAMOCI

 

Per il ritiro delle opere sarà necessario presentare copia dell’avvenuto bonifico

 

Bruno Biffi

Bruno Biffi è nato a Lecco nel 1952. Frequenta nel biennio 1988/89 i “corsi internazionali di tecnica dell’incisione” presso l’Accademia Raffaello di Urbino. Nel 2010 inizia la sua collaborazione con la Fondazione Federica Galli di Milano di cui cura la parte tecnico/didattica. In questi ultimi anni ha lavorato sull’ossidazione, mettendo a punto questa tecnica su lastre (anche di grande formato) di ferro, alluminio e zinco.

Tutte le edizioni di Monti Sorgenti sono state caratterizzate da una sua incisione.

Alcune opere di Bruno Biffi fanno parte delle collezioni di importanti musei: Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, Istituto Centrale per la grafica di Roma, Ma,n Museo di Arte Contemporanea e del Novecento di Monsummano Terme, MIG Museo Internazionale della Grafica di Potenza, Museo Civico delle Cappuccine- Gabinetto delle Stampe antiche e moderne di Bagnacavallo, Museo d’Arte Sacra di Scaria in Alta Valle Intelvi, Palazzo delle Paure di Lecco.

Nel 2018 Patrizia Foglia cura il volume, dedicato a Bruno Biffi: “30 anni tra incisione, ossidazione e stampa”.